+39 3294373205 info@studiomuzzarelli.com
La storia di Alessandro

La storia di Alessandro

Alessandro, ragazzo di 20 anni, aveva il desiderio di chiudere lo spazio tra gli incisivi centrali. Previa analisi esetetica digitale e successiva prova emozionale; Alessandro decide di procedere con le due faccette sui due incisivi centrali. Il trattamento ha previsto in sequenza: due sedute di igiene orale, sbiancamento dentale in studio, trattamento delle macchie di fluorosi, prova estetica ed infine cementazione delle due faccette in ceramica...
Il fumo fa male ai denti?

Il fumo fa male ai denti?

Il fumo, secondo l’America Cancer Society, ha un impatto estremamente negativo sia sullo stile di vita di miliardi di persone che sulla salute orale. Sono circa 3,2 miliardi le persone che manifestano patologie legate al fumo di sigaretta e tabacco. Anche dal punto di vista odontoiatrico il fumo gioca un ruolo fondamentale soprattutto nell’alterazione e nel progressivo peggioramento di alcune situazioni cliniche che andremo qui di seguito ad esaminare. Nel fumo di sigaretta infatti sono contenute sostanze irritanti e dannose per l’apparato respiratorio come l’acido cianidrico, l’acroleina, la formaldeide, l’ammoniaca ed il monossido di carbonio ma assumono particolare rilevanza anche il benzolo(possibile causa di leucemie), il catrame(con effetti cancerogeni sul sistema respiratorio), il cadmio e la nicotina (molecola con funzione eccitante e rilassante). L’azione del fumo sui tessuti dentali e la cavità orale trova ampio riscontro negativo  in molteplici aspetti. Dal punto di vista parodontale  il fumo non solo aumenta il rischio che si sviluppi la parodontite, più conosciuta come piorrea, ma determina anche una riduzione della vascolarizzazione e di conseguenza un’alterata guarigione dei tessuti. Co-responsabile di tale fenomeno è il catrame contenuto nelle sigarette che mediante la sua condensazione ed il calore rilasciato durante la combustione del tabacco, altera la risposta immunitaria del soggetto fumatore rendendolo più debole e  maggiormente bersagliabile dai batteri patogeni. Per quanto riguardo l’effetto negativo del fumo  sull’inserimento di impianti dentali, si è visto che   gli aerosol prodotti durante la combustione della sigaretta e la risposta immunitaria alterata, producono dei problemi sull’osteointegrazione dell’impianto dentale nell’osso. Tutto questo  porta il clinico a valutare attentamente il quantitativo di sigarette fumate durante il giorno e la durata, prima di procedere...
La Storia di Elisa

La Storia di Elisa

Settembre 2019: Un caso di massimo risultato estetico con sostituzione di una vecchia corona metallo/ceramica su elemento dentale 1.1 con una corona di ultima generazione in didilicato di litio stratificato in ceramica, e una faccetta in materiale vetroso (feldspatica) in sede 2.1. Drssa. FA Muzzarelli Odt: Sig.re Davide...
Primo Rimedio contro i danni dell’amalgama dentale: RIMUOVERLA!

Primo Rimedio contro i danni dell’amalgama dentale: RIMUOVERLA!

      Le vecchie otturazioni dentali “Grigie”, contengono un metallo pesante che tutti conoscono come Mercurio.  Come sappiamo, il mercurio è un metallo pesante ed è un elemento molto inquinante, altamente tossico per l’organismo umano. L’intossicazione da mercurio può provocare gravi danni al sistema nervoso centrale e periferico, al cervello, al cuore, ai reni e al sistema immunitario. Dal Luglio del 2018 L’unione Europea ha vietato l’uso dell’amalgama dentale in ragazzi sotto i 15 anni ed a donne in gravidanza e che stanno allattando. L’obiettivo è eliminare gradualmente la presenza di questo metallo pesante nell’ambiente. Quali sono i principali sintomi dell’intossicazione da mercurio?  Tra i sintomi generici si annoverano: Fatica cronica Cefalea o emicrania frequente Variazioni di peso notevoli o inspiegabili ( eccessiva magrezza) Cambiamento nell’appetito: mal di stomaco Sete eccessiva Anemia Difficoltà costante ad addormentarsi Sapore di metallo in bocca Disturbi respiratori La severità dei sintomi dipende da diversi fattori nei pazienti predisposti, come il numero delle otturazioni in mercurio presenti nel paziente, il tempo che esse sono presenti in bocca, quanto sono state intaccate dalla masticazione attraverso  problemi occlusali e bruxismo. Non da ultimo alcune persone possono essere ipersensibili o addirittura allergiche all’amalgama. Masticando, specie in caso di malocclusioni, o consumando di frequente bevande calde ( es: caffè), il mercurio contenuto nelle otturazioni è purtroppo soggetto a sprigionarsi sotto forma di vapori che poi permeano il nostro corpo e che possono portare alle conseguenze sopra elencate. Cosa si può fare?Per fortuna molte delle problematiche sono reversibili. Ovvero, una volta eliminata l’esposizione al mercurio, i sintomi regrediscono. Il nostro consiglio è quello di rimuoverle quanto prima, al fine di...
La Storia di Maria

La Storia di Maria

Il caso come quello di Maria, ha previsto un’intera riabilitazione di tutta la bocca con intarsi e faccette in ceramica per ottenere il massimo dell’estetica.  E’ stato un lungo percorso della durata di circa 2 anni, in quanto si è dovuto ripristinare l’altezza dei denti, attraverso un’analisi tecnico posturale, che ha previsto un tempo intermedio attraverso dei provvisori per verificarne la stabilità dimensionale. Il sorriso di Maria mi riempie di gioia perché oltre all’estetica, le abbiamo ridato un’ altezza corretta di tutti i suoi...